Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Eventi settimana per categoria

Ufficio Turismo Comune di Anzio

Pillole di storia

Nuovo alloro per Giulio Rinaldi - 02/03/1961

Pagina Facebook Visit Anzio

Raccolta firme proposta di legge di iniziativa popolare per introdurre l'ora di educazione alla cittadinanza

 raccolta

Anche il Comune di Anzio ha aderito con delibera di Giunta n.135 del 13/12/2018alla raccolta firme per l’introduzione dell’ora di educazione alla cittadinanza, come materia curricolare, nelle scuole di ogni ordine e grado.

La proposta di legge, di iniziativa popolare, è stata depositata da una delegazione di sindaci e amministratori in Corte di Cassazione il 14 giugno scorso con il sostegno dell'Anci.

Obiettivo della legge è formare i giovani cittadini al senso di responsabilità e al rispetto reciproco, promuovere lo sviluppo civico e il valore della memoria attraverso lo studio della Costituzione, dei diritti umani e degli elementi di educazione alla legalità, educazione ambientale, educazione digitale ed educazione alimentare.

Per tutti i cittadini di Anzio interessati a sottoscriverla, sarà possibile firmare la proposta di legge presso l’Ufficio Elettorale di Villa Sarsina tutti i giorni lavorativi, secondo il seguente orario e fino al 3 gennaio 2019:

·         lunedì-mercoledì-venerdì dalle 9.00-12.00

·         martedì-giovedì dalle 9.00-12.00 e 15.30-17.30

Per firmare è sufficiente presentare un documento d’identità valido.

Ritengo sia fondamentale – ha affermato l’Assessore alla Pubblica Istruzione Laura Nolfi – favorire la massima partecipazione dei giovani alle scelte del Paese, investendo in formazione specifica e fornendo competenze culturali, metodologiche, sociali per la costruzione di una consapevole cittadinanza globale e per dotare i giovani cittadini di strumenti per agire nella società del futuro in modo da migliorarne gli assetti”.

Nel caso la proposta venisse accolta, e quindi raccolte almeno 50.000 firme in tutta Italia, i docenti sarebbero chiamati non a insegnare cose diverse e straordinarie, ma a selezionare le informazioni essenziali che devono divenire conoscenze durevoli, a predisporre percorsi e ambienti di apprendimento affinché le conoscenze alimentino abilità e competenze culturali, metacognitive, metodologiche e sociali per nutrire la cittadinanza attiva.

Per info e scaricare materiale didattico e slide della proposta di legge: www.anci.it

Bollettini di vigilanza meteorologica

Bollettini di criticità idrogeologica ed idraulica

Avvisi di criticità idrogeologica ed idraulica regionale

Ultime 5 attività inserite