Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Eventi settimana per categoria

Ufficio Turismo Comune di Anzio

Pillole di storia

Ships moored on water front with damaged building in Anzio, Italy. january 1944

Pagina Facebook Visit Anzio

Riserva naturale regionale Tor Caldara

torcaldara

Istituita con la Legge regionale 26 agosto 1988, n.50, la riserva naturale di Tor Caldara si estende per 44 ettari, tutti ubicati nel territorio comunale di Anzio, al km 34,400 della via Ardeatina. Costituisce uno degli ultimi lembi delle migliaia di ettari di bosco che ricoprivano il Lazio fino agli inizi del 1900.
La legge istitutiva della riserva naturale ne ha affidato la gestione al comune di Anzio che dal 1991 si avvale della consulenza Tecnico Scientifica del WWF Italia.

La riserva rappresenta un esempio di foresta mediterranea a prevalenza di sempreverdi: lecci, sugheri, erica arborea, corbezzolo; nelle zone più umide troviamo ontani, pioppi, tremuli, farnie. Ricca anche di fauna composta da rettili, anfibi, uccelli e mammiferi vari. Sono ospitate nella riserva di Tor Caldara decine di esemplari di tartarughe che offrono una simpatica accoglienza a tutti i visitatori.

Nella riserva è possibile incontrare numerosi resti di costruzioni romane e la torre di avvistamento, eretta nel 1560, a difesa delle incursioni Saracene. Tor Caldara rimane un'oasi incontaminata dove ritrovano valore quei paesaggi naturalistici che l'uomo non ha fortunatamente intaccato e che preserva gelosamente. 

Bollettini di vigilanza meteorologica

Bollettini di criticità idrogeologica ed idraulica

Avvisi di criticità idrogeologica ed idraulica regionale

Ultime 5 attività inserite